A volte la penombra

 

 

C’è purezza nel cuore del peccato

odore di alloro bruciato

lungo le strade dell’estate.

 

A volte la penombra

lascia vuoti pacchetti

di sogni sul mio letto

 

strani, bagnati messaggi:

la risacca dei ricordi

sulle coste del domani

 

(forse soltanto non esisti più

soltanto appartieni a un altro mondo

forse adesso sei carne di farfalle

 

un contagio salvifico

come l’errore opportuno

in un due più due

l’orrore dolcissimo

nel globale scorrere

 

sei la verità strafatta

di menzogne

la parte zuccherina

della morte

 

Sei la notte

della notte).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...