Archivi del mese: maggio 2011

Roma

Forse perché troppo imbottita di marmo metrò e psicofarmaci La capitale non riconosce più se stessa se si specchia nelle sue vetrine Ingioiellate di nulla francese e de’noantri. Si scorgono sulle scalinate illuministe i cigni scivolare ingombrati di bellezza Gli … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Pazzo Mondo, Poesia | Contrassegnato , , , , | 4 commenti

Forse in una più lunga pausa (lettura di Annaisa Locaputo)

Forse in una più lunga pausa arderemo nel tempo del tempo con gioioso terrore guardando alle finestre il disciogliersi banale dell’essenza in una più lunga pausa infine vedremo con occhi che sentono sentendo con mani che vedono come impasticcati romantici … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato | Lascia un commento

A mia madre (Pasolini e altri)

Due poesie alle madri: nel video la poesia “Supplica a mia madre” di Pier Paolo Pasolini. Sotto un mio testo. Si parva licet… Madre purificata madre severissima madre scarnificata madre scollatissima madre senza tempo madre tempestata madre senza senso madre … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Citazioni, Poesia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

“Le onde” di Boris Pasternak

Tu mi stai accanto, lontananza del socialismo. Dici d’esser vicina? Frammezzo alle angustie, in nome della vita, in cui ci siamo legati, trasportaci, ma solo tu. Tu mandi fumo tra una nebbia di teorie, terra fuori di ciarle e di … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Citazioni, Poesia | Contrassegnato , , , | Lascia un commento