Tre poesie di Francesca Genti

Saul Leiter

CIAO, NON SONO UN PANDA
non vivo allo zoo dentro una gabbia
non ho bisogno della tua protezione
non voglio che mi nutri coi germogli
che mi consideri una specie da salvare.

preferisco che mi baci e che mi spogli
pattinare con te per la Via Lattea
pitturare color luna le pareti
delle stanze del mio bunker personale:

questo è quello che vogliamo noi poeti.

LA TUA SBORRATA ARCOBALENO
mi fa l’effetto di un chilo di gelato
della luna di mattino a primavera
di una bella notizia sul giornale:

un effetto di gioia immediato.

OGGI RAMMENDO
l’affetto verso il mondo
il nido
il maglione bucato.

il manto dell’edera
le parole rosso sangue
il futuro il presente il passato.

voglio provare a fare la pace
voglio provare a intenerire il creato.

Francesca Genti ha scritto vari libri, ma io ho comprato “Poesie d’amore per ragazze kamikaze” in una libreria alla stazione Termini, l’anno scorso. E mi è piaciuto tanto. Nello stesso periodo leggevo anche Sandro Penna e ho trovato lo stesso lirismo. Qui il suo libro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Citazioni, Poesia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...