Scorrettissimo: Magnum Avetrana, il peccato si consuma preferibilmente entro (vedi data di scadenza)

Nella società che trasforma i sette peccati capitali in gelati, ci dev’essere qualcosa che non va. Forse i peccati sono scaduti o i gelati sono troppo avanti. Peccati zuccherosi. Peccati in offerta. Peccati al banco frigo. Gelati criminali.
Il peccato si mangia, si digerisce e si caca. Si caca anche l’affetto, come nel caso delle farfalle al sugo che fanno stare insieme. Le farfalle di famiglia. O le bavette al pesto alla genovese amichevoli, la gioia di stare insieme. Sempre. La felicità, oggi, è al grano duro. Tutto è spaventosamente in ordine. Per sentirsi davvero liberi bisogna avere radici: lasagne emiliane. Il commercio, la mercanzia, il prodotto diventano emozione. Emozione in cinquecento grammi, tavole imbandite di sugo e serenità. Non una macchia.
In tv l’orrore è un plastico. Poi si butta nella spazzatura, in attesa di un altro orrore, di un altro plastico. Preferibilmente nell’orario di punta. Le vittime dell’orrore, e colpevoli e innocenti sono tutti vittime dell’orrore, chiedono invano alle iene microfonate di lasciarle in pace. Invano.
Nella società in cui i peccati si confessano in tv, i conduttori-sacerdoti distribuiscono colpe e grazie come se si mangiasse un gelato, come se offrissero un piatto di lasagne, tra uno spot e una lacrima.
In diretta dalla fine del mondo, la morte è solo un dettaglio. Ciò che conta sono i sordidi retroscena.

“E’ la natura del peccato: la colpa è così sospettosa che si tradisce per non scoprirsi”.
Amleto, Atto quarto, scena prima

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pazzo Mondo, Scorrettissimo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...