MEDITERRANEO NERO

Gericault, La zattera della Medusa, 1819

Annegammo in un mare d’ingiustizia
in una notte di un Natale ormai lontano
annegammo in un Mediterraneo sconosciuto

quell’acqua che ci mancò per tutta la vita
in una notte sola ci è stata restituita

Salata.

Dio che piangevi, se dai tuoi occhi è nato questo mare
la nostra morte dunque è nella tua tristezza?
Dio che vedevi, riconoscerai gli sguardi
secchi di colpa dei nostri assassini?

Per non dimenticare le vittime della Strage di Natale del 1996 in cui persero la vita 289 persone.

Poesia vincitrice del 2° concorso on line Festa Democratica sul tema del Mediterraneo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Poesia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...